Avis important:
Les versions anciennes du navigateur Netscape affichent cette page sans éléments graphiques. La page conserve cependant sa fonctionnalité. Si vous utilisez fréquemment cette page, nous vous recommandons l'installation d'un navigateur plus récent.
 

Regesto a

Aspetto soggettivo della falsità ideologica in documenti (art. 251 CP).
Chi consapevolmente firma dei documenti senza averli letti non può prevalersi del fatto di non essere a conoscenza del loro esatto contenuto. Chi sa di non sapere non commette nessun errore (consid. 2.3.1). Non è tuttavia possibile concludere che l'autore ha preso in considerazione e accettato di commettere una falsità ideologica in documenti, senza esaminare ciò che egli sapeva (consid. 2.3.2). Tra gli elementi da cui è possibile dedurre che l'agente ha preso in considerazione il reato figurano l'importanza dell'esposizione a pericolo di interessi altrui, il rischio concreto che l'evento si realizzi nonché i moventi dell'autore (consid. 2.3.3).

Regesto b

Scarsa importanza dell'interesse all'attuazione del procedimento penale in caso di riparazione (art. 53 lett. b CP).
Il risarcimento del danno comporta l'abbandono del procedimento o l'esenzione da pena solo ove l'interesse pubblico e quello del danneggiato all'attuazione del procedimento penale siano di scarsa importanza. La loro importanza va valutata tenendo conto dei beni giuridici offesi e delle funzioni della pena. Mentre in caso di infrazioni contro l'individuo con il risarcimento spesso viene meno l'interesse all'attuazione del procedimento penale, in caso di reati contro pubblici interessi occorre esaminare se la colpa e motivi di prevenzione impongano una pena (consid. 3).

contenu

document entier:
résumé partiel: allemand français italien

références

Article: art. 251 CP, art. 53 lett. b CP

navigation

Nouvelle recherche