Avis important:
Les versions anciennes du navigateur Netscape affichent cette page sans éléments graphiques. La page conserve cependant sa fonctionnalité. Si vous utilisez fréquemment cette page, nous vous recommandons l'installation d'un navigateur plus récent.
 

Regesto

Art. 9 e 50 cpv. 1 Cost.; art. 83 lett. f e art. 115 LTF; art. 8 CC; art. 21 LAPub; CIAP; regolamento cantonale ginevrino del 17 dicembre 2007 sulle commesse pubbliche; legittimazione a ricorrere del Comune; autonomia; ammissibilità di un criterio di aggiudicazione concernente l'ammontare dei salari.
Inammissibilità del ricorso dal profilo dell'art. 83 lett. f LTF (consid. 1.1); legittimazione della collettività pubblica, quale committente, a proporre un ricorso sussidiario in materia costituzionale (consid. 1.2). Posizione dell'istanza inferiore (consid. 3). Autonomia comunale nell'ambito in questione (consid. 4). Possibilità di prendere in considerazione i medesimi criteri sia per quanto concerne l'esame dell'idoneità dell'offerta che con riferimento all'aggiudicazione, quando detti criteri possono essere attuati gradualmente (consid. 5). Mancanza di una regola generale di esperienza che crea un legame diretto tra l'ammontare della rimunerazione e la qualità delle prestazioni (consid. 6). È ammissibile ricorrere a criteri di aggiudicazione sociali o ambientali senza legame diretto con le prestazioni oggetto dell'appalto pubblico a condizione che sia previsto da una base legale (consid. 7).

contenu

document entier:
résumé partiel: allemand français italien

références

Article: Art. 9 e 50 cpv. 1 Cost., art. 115 LTF, art. 8 CC, art. 21 LAPub

navigation

Nouvelle recherche