Avviso importante:
Le versioni vecchie di Netscape non sono in grado di mostrare i grafici. La funzionalità della pagina web è comunque garantita. Se volesse utilizzare frequentemente questa pagina, le raccomandiamo di installare un browser aggiornato.
 

Regesto

"Transazione e contratto di divisione" che una delle parti dichiara di non mantenere perchè viziati da lesione e da errori di volontà (art. 21 e 23 sgg. CO; art. 7 CC). Resta questa dichiarazione senza effetto a motivo di una cessione dei diritti del dichiarante a un terzo?
1. Una cessione può essere vincolata ulteriormente a una condizione sospensiva, mediante un complemento firmato dal cessionario (consid. 1).
2. Passaggio, riferentesi alla cessione, di una lettera proveniente dal cessionario. Come interpretarlo per risolvere la questione se il cessionario, facendo uso della facoltà riservatagli dal cedente, ha "messo in vigore" la cessione e attuato, con ciò, il trasferimento del diritto? (consid. 2).
3. Ammissibilità e limiti della cessione:
a) Se la cessione comprende tutti i crediti del cedente verso i terzi, comprese le pretese future, essa non è compatibile con il diritto della personalità (art. 27 cp. 2 CC); essa è, inoltre, contraria ai buoni costumi (art. 20 CO).
b) Al cessionario non può essere trasferita la qualità d'erede appartenente al cedente (art. 635 cp. 2 CC).
c) Il cedente rimane titolare dei diritti formatori connessi al rapporto d'obbligazione come tale. In quale misura deve egli ottenere il consenso del cessionario per esercitarli? (consid. 3).

contenuto

documento intero:
regesto: tedesco francese italiano

referenza

Articolo: art. 21 e 23 sgg. CO, art. 7 CC, art. 27 cp, art. 20 CO altro...

navigazione

Nuova ricerca